Introduzione alla Application Security

La sicurezza delle applicazioni, detta anche AppSec da Application Security, è la combinazione di strumenti e pratiche per identificare, correggere e prevenire le vulnerabilità durante tutto il ciclo di vita dello sviluppo dell’applicazione, dalla progettazione iniziale, allo sviluppo, alla distribuzione, alla manutenzione e all’eventuale dismissione.

Perché è importante la sicurezza delle applicazioni

Le applicazioni trasmettono, archiviano ed elaborano grandi quantità di dati sensibili, dalle informazioni di identificazione personale (PII) alla proprietà intellettuale.

La proliferazione di dispositivi interconnessi, cloud computing e Internet of Things (IoT) ha ampliato la superficie di attacco per i criminali informatici. Le applicazioni fungono da gateway per dati e risorse preziosi, rendendole i principali obiettivi di sfruttamento. Gli attaccanti potrebbero accedere, modificare o eliminare dati sensibili o proprietari, portando a gravi conseguenze, inclusi accessi non autorizzati, esfiltrazione di dati sensibili, e interruzioni dei servizi.

Inoltre, la complessità delle moderne architetture software, come i microservizi e la containerizzazione, introduce nuovi livelli di rischio, rendendo difficile mantenere un approccio di sicurezza completo.

Per questo un approccio olistico alla sicurezza delle applicazioni non riguarda solo la protezione dell’applicazione stessa, ma anche la garanzia di un ambiente sicuro in cui l’applicazione possa funzionare. Ciò implica la protezione dei database con cui l’applicazione interagisce, la garanzia della sicurezza dei dati gestiti dall’applicazione e il mantenimento dell’integrità del codice dell’applicazione.

Obiettivo dell’Application Security

L’obiettivo della sicurezza delle applicazioni è garantire che le applicazioni software siano sicure e possano resistere agli attacchi di soggetti malintenzionati, riducendo al minimo le possibilità di riuscita di un attacco. E’ quindi fondamentale per garantire la continuità operativa e offrire esperienze affidabili ai clienti.

Stato dell’application security: dati e statistiche

Riportiamo alcune delle statistiche attuali relative alla sicurezza delle applicazioni, con i dati più recenti che riflettono le tendenze di quest’area critica della sicurezza informatica.

Sullo sviluppo del software pesa sempre di più il debito di sicurezza. Oltre il 70% delle organizzazioni ha un debito di sicurezza e quasi la metà ha un debito critico. Il debito di sicurezza riguarda organizzazioni di tutte le dimensioni e deriva sia dal codice originale che da quello di terze parti. (Stato della sicurezza del software – Veracode)

Il report di Verizon 2024 ha evidenziato una crescita sostanziale degli attacchi che comportano lo sfruttamento delle vulnerabilità come punto di accesso per avviare una violazione rispetto agli anni precedenti. È quasi triplicato (aumento del 180%) rispetto al 2023, si pensi all’effetto di MOVEit e di vulnerabilità zero-day simili. Questi attacchi sono stati sfruttati principalmente da Ransomware e altri autori di minacce legate all’estorsione di denaro. Il vettore principale per questi punti di ingresso iniziali sono state le applicazioni Web.

Secondo il Rapporto Clusit 2024, gli attacchi che sfruttano le vulnerabilità applicative costituiscono una parte significativa del panorama delle minacce informatiche. In particolare, l’analisi evidenzia che il 18% degli attacchi globali del 2023 è stato condotto sfruttando vulnerabilità nelle applicazioni​. Questo dato rappresenta un aumento del 76% rispetto all’anno precedente, sottolineando come le vulnerabilità nei software e nelle applicazioni continuino a essere un obiettivo primario per i cybercriminali.

Gli attacchi che sfruttano queste vulnerabilità possono portare a conseguenze gravi, inclusi accessi non autorizzati, esfiltrazione di dati sensibili, e interruzioni dei servizi. La crescente complessità delle minacce richiedono quindi un rafforzamento delle misure di sicurezza e una maggiore attenzione alla gestione delle vulnerabilità nelle fasi di sviluppo e manutenzione delle applicazioni.

Le statistiche dimostrano anche un aumento di attacchi attraverso la supply chain, dovuto alla crescente dipendenza delle organizzazioni da fornitori terzi. Verizon riporta il 15% attacchi alla catena di fornitura nel 2024, un aumento del 68% rispetto all’anno precedente, alimentato principalmente dall’uso di exploit zero-day per attacchi Ransomware ed Extortion.

Tali attacchi si verificano quando un hacker si infiltra in un sistema tramite un partner esterno o un fornitore di servizi con accesso al sistema. L’aumento di questi tipi di attacchi è stato attribuito alla loro efficacia e alla difficoltà nel rilevarli. La tendenza evidenzia la necessità per le aziende di esaminare attentamente i propri fornitori e implementare misure di sicurezza robuste.

I report sullo stato della sicurezza delle applicazioni sopra citati dimostrano che le vulnerabilità delle applicazioni e del software continuano a essere i vettori di attacchi esterni più comuni, insieme alle violazioni della catena di fornitura del software.

 

 

 

 

Condividi l'articolo
Leggi gli ultimi articoli

Scopri come possiamo aiutarti

Troviamo insieme le soluzioni più adatte per affrontare le sfide che ogni giorno la tua impresa è chiamata ad affrontare.

Contattaci